Non siamo degli atolli sparsi e separati ma facciamo parte di una comunità dove quello che facciamo per gli altri lo facciamo per noi stessi. Impariamo ad amarci da veri buoni cristiani.

I nostri percorsi individuali richiedono di essere sporcati dall’altro. La nostra vita stessa chiede e pretende mutua solidarietà e socialismo.

Stefano la guarda da lontano, sul divano, legge un libro facendo lunghe pause tra un capitolo e l'altro e, quando può, scrive l'articolo che deve scrivere. Senza grande trasporto. 

In questi giorni di reclusione da Covid mi vengono in mente le discussioni che ascoltavo voracemente tra mio zio Giovanni, mastro Emilio, il professore Pastore